NANONEWS La rubrica sulla rivoluzione Nanostring

      
  
Diatech Pharmacogenetics è lieta di presentare una nuova rubrica dedicata alle applicazioni della tecnologia Nanostring in oncologia e in genetica umana: NanoNews

Il Nanostring è l'unico sistema digitale per l'analisi high throughput dei geni che consente di quantificare con elevata precisione fino a 800 molecole di RNA target per reazione usando barcode costituiti da sequenze di fluorofori uniche e senza ricorrere a retrotrascrizione, amplificazione o altre reazioni enzimatiche. Per tali caratteristiche e per la sua compatibilità con campioni FFPE, il Nanostring sta diventando il metodo di elezione per l’analisi di espressione non solo di mRNA, ma anche di miRNA e incRNA.
Questa tecnologia viene usata anche su DNA per analisi di CNV ed espressione di ChIP-String.

Presto il Nanostring sarà introdotto in diagnostica, come valida alternativa alla FISH e all’immunoistochimica, per l’analisi dei trascritti di fusione.
Lira et al. nel 2013 hanno messo a punto sulla piattaforma Nanostring un test per il rilevamento dei trascritti di fusione di ALK, ampliandolo poi alle traslocazioni di ROS1 e RET, tutte aberrazioni citogenetiche che rendono il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) sensibile a specifici inibitori tirosin-chinasici.
Negli studi di Lira il Nanostring si è dimostrato superiore alla FISH per semplicità della procedura analitica, throughput elevato e costi contenuti.
Le elevate riproducibilità e specificità del metodo e la sua capacità di rilevare trascritti di fusione presenti in scarsa quantità, anche in campioni con un basso contenuto di cellule tumorali, rendono il Nanostring preferibile anche alla IHC e idoneo per lo screening dei riarrangiamenti genici.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a scaricare la relazione "Nanostring e i geni di fusione".